Trovata in Cile una delle prove più “antiche” di presenza umana in America

Un gruppo di archeologi e antropologi cileni, hanno scoperto durante degli scavi effettuati  in un giacimento paleontologico nel sud del paese, varie pietre affilate che secondo gli esperti della Università Cattolica di Temuco e la Università Austral de Chile, sarebbero appartenute ad una comunità che abitava la zona  14.000 anni prima .

L’eccezionale scoperta è avvenuta a Osorno, a circa 940 Km a sud di  Santiago diventando ad oggi  la prova più antica di presenza umana  in America.

Secondo gli stessi esperti la comunità primordiale che abitava la zona dei ritrovamenti, sarebbe contemporanea alla comunità  scoperta durante gli scavi di Monte Verde, in  Puerto Montt, giacimento archeologico  molto importane situato  anch’egli nel sud del Cile.

Le pietre rinvenute  sarebbero dei pezzi di roccia ottenuti mediante  un colpo intenzionale e conseguentemente lavorate per ottenerne una affilatura. Il ritrovamento è avvenuto in modo casuale nel 2010 mentre un gruppo di paleontologi stavano studiando i resti fossili di antichi elefanti, che abitavano la zona e che probabilmente erano cacciati dalla  comunità del luogo.

Gli esseri umani arrivarono in America durante l’ultima glaciazione attraverso lo stretto di Bering, che unisce il continente euroasiatico con L’ Alaska.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

Valia ama Cuba che è la sua terra di orignine, le sue tradizioni, il suo passato... " Questo sito per me è un ponte che collega la mia stanza alla mia amata Cuba..."Valia per ThisIsCuba è anche un'importante aiuto per le traduzioni in Spagnolo.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *