Sequestro record di cocaina in Colombia

Economia in crescita quella colombiana, nonostante le solite problematiche legate al mondo latino in primis quella delle disparità economiche. 2,5% il trend di crescita previsto nel 2016, due decimi in meno rispetto al 2,7% del 2016, con prospettive migliori nel 2016. 

Il processo di pace con le Farc operato dal Presidente Santos, è anche incentivo per i capitali a venire ad investire in Colombia, che ancor oggi è il primo produttore mondiale di cocaina, con un quantitativo stimato in 450 milioni. Il governo sta dando filo da torcere a tutte le gang criminali impegnate nella produzione e distribuzione di cocaina, tant’è che la percezione di questo aumento della sicurezza nazionale ha portato i narcotrafficanti a migrare verso altri Stati.

 

_89701212_032960064

 

Di due giorni fà il più grande sequestro della storia. 8 tonnellate sequestrate al Clan Usunga, il più potente dello stato colombiano, che controlla l’esportazione della “polvere bianca” principalmente verso gli Stati Uniti. Il Clan conta 2000 appartenenti attivi, impegnati anche in sequestri, estorsioni, omicidi, estrazioni minerarie illegali.

Le otto tonnellate di cocaina erano state rinvenute in una piantagione di banane nel comune di Turbo, appartenente al Dipartimento di Antioquia.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

L'autore, ama viaggiare, conoscere e condividere le mille e più sfaccettature della realtà. Racconto nella totale indipendenza, un mix di attualità, scienza, rispetto dell’ambiente, progresso e tradizioni. La mia penna va sempre e comunque per la propria strada.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *