Breaking News U.S.A & America Latina — 12 dicembre 2012
Secondo il Cepal nel 2013 l’economia latinoamericana crescerà del 3,8%

ESP: La economía de América Latina y el Caribe crecerá en 2013 hasta un 3,8 %, después de haber registrado un incremento de 3,1 % este año, cifra anterior a la del año pasado.

A dispetto della crisi economica che attanaglia il pianeta, secondo il cepal ( Commissione Economica per l’America Latina e Caraibi) l’economia dell’America latina e dei Caraibi nel 2013 crescerà fino ad un 3,8 %. Questa previsione arriva dopo i dati  positivi che si stanno registrando quest’anno. Difatti nel 2012 con un bilancio ancora preliminare, la crescita del continente americano sarebbe superiore a quella mondiale, (2,2 %),  segnando  un ottimo  3,1 %.

Un trend positivo che nonostante non arrivi alla crescita del 4,3 % registrata  nel 2011, fa capire , come affermato dal CEPAL, che nonostante la crisi economica globale, il “nuovo continente” ha saputo  mantenere una certa capacità di resistenza e garantire un trend in continua controtendenza.  I paesi che nel 2013 avranno una maggiore crescita, secondo le stime, saranno:  Paraguay (8,5 %), Panamá (7,5%), Perú (6 %), Haití (6 %), Bolivia (5 %), Chile (4,8 %), Nicaragua (4,5 %) y Colombia (4,5 %).

Il Brasile crescerà solamente (si fa per dire)  di un 4 %, l’Argentina un 3,9 %  il México  3,5 %. A chiudere la lista vi sono Venezuela e  El Salvador, con una previsioni di crescita del 2 %.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

È da “sempre” in contatto con l’isola cubana che ama quanto il suo paese. Sposato da più di due lustri con una cittadina cubana , affonda per passione, parte del suo quotidiano nella ricerca e nello spassionato approfondimento della realtà dell’isola caraibica. Francesco, ama particolarmente di Cuba l’aspetto poetico, romantico, che perdura nel tempo nonostante tutto, e che sa cogliere ogni qual volta si reca nell’isola. Cosciente, ed informato della realtà cubana, vuole attraverso questo sito, apportare il suo contributo informativo , contrapponendo la sua visione “romantica” ,con la difficile realtà del quotidiano cubano.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *