Quel che resta delle Bahamas dopo l’uragano Dorian
Man-O-War cay, un tempo un paradiso idilliaco nelle Bahamas del Nord, ora un mucchio di macerie.
Non è rimasto nulla” è la frase che accomuna chiunque possa scorrere le immagini in rete ed i giornalisti che si sono avventurati sul luogo restano increduli per le dimensioni della devastazione.
 
Scene apocalittiche, “Stiamo parlando di danni che vanno dal 90% a quasi il 100% di tutto ciò che era presente ” . riferisce un reporter.
La Man-O-War fa parte delle isole Abaco, dove almeno 20 persone sono state gravemente ferite dall’uragano, hanno detto i funzionari delle Bahamas.Il Primo Ministro ha parlato di 20 vittime e 70 mila persone che necessitnao di aiuti. 
Le squadre di ricerca non sono riuscite a raggiungere le aree colpite per giorni. Dorian ha colpito le Bahamas come un uragano di categoria 5 e si è fermato sulle isole, impedendo di fatto, ai soccorsi di poter agire. Aeroporti e strade allagate, limitano l’aiuto all’utilizzo di elicotteri. 
 
 
Il Premier Hubert Minnis ha parlato di devastazione e una ricostruzione con i quali dovranno fare i conti le prossime generazioni. Il responsabile umanitario a Nassau in visita, ha ribadito la necessità di ulteriori fondi per assistere persone senza più una casa, un tetto. Aiuti basilari. Marsh Harbour, la principale città delle Isole Abacos, è stata distrutta per un 60%.
 
 
 

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

L'autore, ama viaggiare, conoscere e condividere le mille e più sfaccettature della realtà. Racconto nella totale indipendenza, un mix di attualità, scienza, rispetto dell’ambiente, progresso e tradizioni. La mia penna va sempre e comunque per la propria strada.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.