Papa Benedetto XVI potrebbe nel suo viaggio a Cuba incontrare Fidel Castro

Papa Benedetto XVI potrebbe nel suo viaggio a Cuba incontrare Fidel Castro. A dichiararlo il segretario esecutivo della Conferenza episcopale cubana Pedro Félix Perez.

ESP: Papa Benedetto XVI podría en su  viaje a Cuba encontrar  Fidel Castro. A declararlo el secretario ejecutivo de la Conferencia episcopal cubana Pedro Félix Pérez.

Giovanni Paolo II e Fidel Castro nel 1998.

 

Papa Benedetto XVI dopo aver visitato il Messico, sarà in visita a Cuba  dal 26 al 28 marzo e  potrebbe incontrare oltre all’attuale presidente cubano Raul Castro, anche l’ex presidente e storico padre della revolucion, Fidel Castro.

L’ex presidente Cubano Fidel Castro “non è nel programma del Santo Padre, ma può rientrare nell’ambito delle probabilità”, ha affermato il segretario esecutivo della Conferenza episcopale cubana Pedro Félix Perez.  La storica visita di un Papa  nell’isola post-revolucionaria, diventata nel corso degli anni,  un’ icona della libertà per taluni e simbolo del dispotismo per altri , avvenne nel Gennaio 1998, con Giovanni Paolo II,  il quale aprì di fatto il dialogo ed una ripresa sostanziale delle relazioni tra  Chiesa e governo cubano.

In quell’occasione la relazione con l’istituzione cristiana-cattolica si strinse ed abbracciò da un lato la condanna al blocco statunitense e dall’altro l’intento di aprirsi al mondo per far sì di una apertura al mondo con Cuba. Le parole delle due personalità, politica l’una e religiosa l’altra, fecero il giro del mondo, destarono emozione, permisero il rilascio di numerosi prigionieri politici, così chiamati erroneamente coloro che si macchiano d’un reato per protestare contro un sistema chiuso e asfissiante come quello cubano.

Il programma ufficiale della visita papale  è già stato fissato nei suoi punti fondamentali. L’ incontro con il leader maximo  è  subordinato ovviamente alle condizioni di salute dell’anziano ex presidente, rese cagionevoli da una malattia e dall’età, che nonostante tutto non lo priva  di scrivere con cadenza quasi giornaliera le sue riflessioni,  pubblicate  nel sito governativo  Cubadebate.

C’è da dire che nessuna condizione è stata richiesta al Papa per la visita a Cuba. Un invito per marcare nuovamente i buoni rapporti con la Chiesa cattolica. Il Papa si è dimostrato ben felice nel visitare i propri fedeli. C’è da dire che negli scorsi mesi aveva ricevuto una lettera sui cinque eroi cubani, come chiamano in quel di Cuba, i 5 protagonisti di altrettante sventurate pene detentive. Se sperare in una cessazione dell’embargo è quantomai inverosimile, una preghiera del Papa per la liberazione o la clemenza verso i cinque, smuoverebbe l’opinione pubblica ed influenzerebbe la staticità politica, che dietro ipocrisia tiene in scacco da molti anni, 5 vite.

PROGRAMMA DEL PAPA A CUBA:

  • Lunedì 26 marzo: Arrivo del papa a Santiago De Cuba.  Cerimonia di benvenuto. Alle 17.30  messa, nella piazza  Antonio Maceo in occasione del 400esimo anniversario del ritrovamento della Virgen de la Caridad del Cobre
  • Martedì 27 marzo: partenza alle ore 10,30 per l’Avana dopo aver visitato il santuario della Virgen de la  Caridad. L’arrivo all’Avana, all’Aeroporto Internazionale Josè Martì, è previsto per le 12. Lo stesso giorno alle ore  17.30, visita all’interno del  Palacio de la Revolucion al presidente  cubano Raul Castro. Alle ore 19.15 incontro e cena con i Vescovi cubani e con il Seguito Papale nella Nunziatura Apostolica.
  • Mercoledì 28 alle ore 9 messa nella Plaza de la Revolucion. Alle ore 16.30,cerimonia di congedo all’aeroporto e partenza. Il ritorno in Italia è previsto per giovedì, 29 marzo, alle 10.15 all’aeroporto di Ciampino.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

È da “sempre” in contatto con l’isola cubana che ama quanto il suo paese. Sposato da più di due lustri con una cittadina cubana , affonda per passione, parte del suo quotidiano nella ricerca e nello spassionato approfondimento della realtà dell’isola caraibica. Francesco, ama particolarmente di Cuba l’aspetto poetico, romantico, che perdura nel tempo nonostante tutto, e che sa cogliere ogni qual volta si reca nell’isola. Cosciente, ed informato della realtà cubana, vuole attraverso questo sito, apportare il suo contributo informativo , contrapponendo la sua visione “romantica” ,con la difficile realtà del quotidiano cubano.

(1) Reader Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *