Breaking News — 10 ottobre 2010

La cronaca dell’incontro

PalaLottomatica pieno, straripante. il pubblico latinoamericano anima gli spalti in festa. I giocatori si presentano sul terreno di gioco e si percepisce nell’aria la tensione. Pochi istanti e via al match.

Un grandissimo Leon, trascina una nazionale cubana ancora stanca, che parte col freno a mano tirato e consegna il primo set al brasile. Il secondo set conferma il dominio dei brasiliani, con una Cuba che sbanda nel suo punto forte l’attacco.

Il terzo set è più agguerrito e il solo giovanissimo Leon, classe 1993, fa reparto da solo e mette più volte in crisi il muro brasiliano.

Il Brasile ha steso Italia e Cuba con un mix di tecnica, determinazione ed esperienza. E’ proprio l’esperienza che ha sancito la vittoria.

Cuba dal canto suo torna a casa con grande merito, e con un argento insperato. La nazionale cubana non si può rimproverare nulla, considerando anche l’età media, 23 anni, che la rende la più giovane del torneo. Questa squadra quindi è un potenziale ordigno di talento, pronto ad esplodere con la consapevolezza delle proprie potenzialità nelle prossime manifestazioni mondiali. E se sommerà al talento, alla caratura fisica e al lato atletico, una organizzazione di gioco corale più curata, con giocatori che faranno tesoro di questa sconfitta siamo certi che saremo qui, in un prossimo momento a parlare ancora di questi ragazzi, magari sul gradino più alto del podio.

Si apre il 10/10/10 alle ore 21,15 la grande sfida.

Dopo avere introdotto il match con un articolo che riporta anche alcune curiosità sulla formazione cubana ecco la sintesi in tempo reale.

primo set:

atmosfera tesissima. troppi errori tra le file cubane, che av vertono l’importanza della posta in palio.

21. 30 Cuba – Brasile: 6-12

21. 35 Cuba – Brasile: 14 – 20 Cuba si riprende alla grande dopo  il difficile inizio.

21: 38 Cuba – Brasile: 17 – 20

21:40 Cuba – Brasile: 19 – 21 time out chiamato dal Brasile. grandissima Cuba e un grande Leòn

21:42 : 20-23 il 23esimo punto brasiliano è sancito da un errore arbitrale.

22- 24 Cuba non molla.

22 – 25. il primo set è vinto dalla nazionale brasiliana. Partita splendida. Brasile formidabile contro una Cuba che lotta su ogni pallone, dopo un leggero calo iniziale determinato dalla grande emozione.

secondo set:

Cuba – Brasile – SECONDO SET

Cuba – Brasile: 1 – 7 alcuni errori cubani. Brasiliani che non mollano, perfetti.

3 – 8 chiamato il primo tecnico del nuovo set. Cuba è entrata con voglia di strafare, il Brasile ha respinto con freddezza gli attacchi veementi. I laterali cubani faticano nella conclusione in quanto i brasiliani si sono organizzati al meglio a muro nel prendere le distanze.

Cuba- Brasile: 5-8 grandissimo il pallonetto di Hernandez. Simon alla battuta.

Cuba – brasile: 6 – 10 il brasile resta avanti + 4.

Cuba – Brasile: 10 – 15 Joandry Leal sbaglia a servizio e regala l’ennesimo punto al Brasile. Momento difficile per Cuba, che mostra sprazzi di talento ad altri in cui l’individualismo penalizza l’organizzazione di gioco.

Cuba – Brasile: 11 – 20 Altro time-out. Cuba pare fuori dai giochi. Ricezione ottima dei brasiliani, perfetti in battuta (2 errori su 45 battute). La pressione della finale favorisce i brasiliani.

Cuba – Brasile: 14 – 24 Primo set-point per il Brasile che ha in mano il secondo set.

Cuba – Brasile: 14 -25 il Brasile vince il secondo set con grande merito. Secondo set da dimenticare per i ragazzi cubani ad un passo dall’eliminazione.

Cuba – Brasile – TERZO SET

22.11 Inizia il terzo set in un Palalottomatica che tifa i colori cubani. L’attacco cubano, il punto forte della giovane nazionale, non è stato all’altezza della situazione, nei primi due set.

Cuba – Brasile: 3 – 1. Proteste brasiliane sul terzo punto cubano, comunque regolare.

Cuba – Brasile: 4 – 2 Grande punto del più talentuoso e giovane giocatore della nazionale cubana, Leon.

Cuba – Brasile: 7 – 8 Cuba nelle mani di Leon, che è il punto di riferimento per i cubani.

22.20 Primo tecnico del terzo set.

Cuba – Brasile: 8 – 8. Sempre Leon, che va alla battuta, ma Dante riporta il Brasile a condurre con il nono punto.

Cuba – Brasile: 12 – 15 Cuba sbaglia nella ricezione ed il Brasile punisce. Bruno alla battuta e Brasile si porta sul 15esimo punto e prende le distanze. Cuba non è equilibrata con una linea di muro debole.

22.26 Secondo tecnico.I verde-oro sono ad un passo dall’oro.

Cuba – Brasile:  14 – 18  Un grande Lendro Vissotto fa gli ultimi due punti per il Brasile

Cuba è solo Leon in questo finale.

Cuba – Brasile: 15 – 19

Cambio nel Brasile: esce Bruno ed entra Marlon.

Cuba – Brasile: 17 – 20. Cuba rischia tutto e fa punto in battuto.

22. 31 primo tecnico chiesto dal coach brasiliano

Cuba – Brasile: 19 – 21 Ancora un magico Leon in diagonale (67% su 12 palloni)

Cuba – Brasile: 19 – 24

Match point per Brasile

Cuba – Brasile: 21 – 24 Leon sigla il ventesimo punto cubano. Annullati due match point ai cubani e altro tecnico chiesto

Cuba – Brasile: 22 – 25. Hernandez batte bene per la terza volta, ma i brasiliani scoccano la sciabolata decisiva. vince il terzo set il Brasile!!

BRASILE CAMPIONE DEL MONDO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

La Nazionale brasiliana vince con merito ed entra nella storia diventando per la terza volta consecutiva Campione del Mondo.

il migliore in campo è un attaccante di razza, quello cubano, Wilfredo Leon Venero (classe 1993, per 2 metri e 1 centimetro in altezza) , che si è caricato sulle spalle una Cuba appannata che ha dovuto cedere alla forza dei verde-oro.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

(1) Reader Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *