Breaking News — 08 settembre 2010

[ITA]: Nuova ondata di morti in Messico ed Honduras legate al narcotraffico internazionale

[ENG] 18 people died in Honduras. 2 gunmen burst into a factory. 5265 people killed last year in Honduras. In Mexico could have been found bodies of 2 private investigators.


Nuova ondata di violenza in America Latina. I fatti sono così frequenti da non poter essere resi noti se non all’interno di un contesto che li raggruppa nella comune denominazione di violenza.

In Honduras 2 uomini armati sono entrati in una fabbrica ed hanno aperto il fuoco provocando la morte di 18 persone. La carneficina le cui cause sembrano ricondursi ad un regolamento di conti tra bande di narcotrafficanti, è avvenuta nella provincia di San Pedro Sula, già tristemente famosa per avere il più alto tasso di criminalità del paese.

L’ondata di violenza è da ricondursi alle organizzazioni messicane, che oramai hanno esteso il loro commercio ed i loro giri d’affari in tutta l’America Centrale.

Nel 2010 si teme che gli omicidi che n Honduras saranno superiori rispetto 5265 registrati nel 2009.

Intanto in Messico il massacro si fa sempre più atroce. In alcune zone del paese, dove si concentra la guerriglia tra lo Stato, appoggiato dal governo degli USA, da una parte e da organizzazioni criminali che possono contare su una liquidità sempre crescente dall’altra si è assistiti ad un’altra strage intimidatoria.

Infatti, sono stati trovati i cadaveri di due investigatori, di cui era stata segnalata il 24 Agosto la scomparsa. I due stavano investigando proprio sulla strage di 72 migranti i cui corpi erano stati trovati la scorsa settimana nel Nord del Messico. Come per le altre vittime, anche i corpi di  Jaime Suarez Roberto Vazquez and Juan Carlos Suarez Sanchez sono stati trovati in condizioni che esaltano l’estrema violenza e ferocia del killer. Sembra infatti che le modalità raccappriccianti rappresentino un deterrente ancor più forte verso coloro che vogliono anche semplicemente testimoniare i fatti cui hanno assistito.

fonte foto: internet

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

L'autore, ama viaggiare, conoscere e condividere le mille e più sfaccettature della realtà. Racconto nella totale indipendenza, un mix di attualità, scienza, rispetto dell’ambiente, progresso e tradizioni. La mia penna va sempre e comunque per la propria strada.

(3) Readers Comments

  1. Pingback: Narcotraffico: 18 morti in Honduras | This is Cuba : Vacanze a Cuba

  2. purtroppo chi conosco in sudamerica mi dice che e’ diventata una situazione insostenibile, che loro stessi temono per l incolumita’, anche solo per andare a fare la spesa si rischia di morire.

    spero che il tempo offra a questo magnifico paese prosperita’ e serenita’

    Maria Grazia

  3. che tristezza! mi dispiace per tutte le vittime della violenza e le loro famiglie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *