Inaugurato “el Cristo de La Habana”  dopo una recente restaurazione

ESP: Se inauguró después de estar un tiempo cerrada para su restauración la enorme estatua de mármol conocida como el Cristo de La Habana. El Cristo de La Habana es una escultura hecha en mármol que representa a Jesús de Nazaret y fue creado por la escultora cubana Jilma Madera en 1958.

E’ stata inaugurata pochi giorni fa, dopo essere stata chiusa per lavori di restaurazione, la colossale statua che rappresenta il Gesù di Nazaret e conosciuta ai più come “el Cristo de La Habana”.

La statua fatta interamente in marmo di Carrrara,  fu un opera della scultrice cubana Jilma Madera.  Dopo alcuni mesi di chiusura l’ enorme monumento alto 20 metri e con una base di 3, è stato riaperto al pubblico con la benedizione  del cardinale Jaime Ortega durante una cerimonia.  

L’opera che si trova a circa 51 metri sopra il livello del mare , fu eretta il 24 dicembre del 1958,  15 giorni prima dell’entrata di Fidel Castro all’Habana. Si narra che  l’allora cardinale capitolino Arteaga, benedisse la statua contro la sua volontà, per i cattivi rapporti che il prelato aveva con il dittatore  Fulgencio Batista.

Ora l’opera è ritornata allo splendore originario e per chi  recandosi nell’isola desideri  ammirare la sua bellezza deve recarsi  nella capitale cubana –  Casa Blanca – municipio di Regla.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

È da “sempre” in contatto con l’isola cubana che ama quanto il suo paese. Sposato da più di due lustri con una cittadina cubana , affonda per passione, parte del suo quotidiano nella ricerca e nello spassionato approfondimento della realtà dell’isola caraibica. Francesco, ama particolarmente di Cuba l’aspetto poetico, romantico, che perdura nel tempo nonostante tutto, e che sa cogliere ogni qual volta si reca nell’isola. Cosciente, ed informato della realtà cubana, vuole attraverso questo sito, apportare il suo contributo informativo , contrapponendo la sua visione “romantica” ,con la difficile realtà del quotidiano cubano.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *