Breaking News — 25 dicembre 2010
Haiti: l’ignoranza lincia 45 “sacerdoti” per il nesso voodoo – colera

Ad Haiti il voodoo e la stregonerie sono pratiche attuali, diffuse. Inutile spiegare che il sovrannaturale non è altro che una irreale percezione degli eventi.

Voodoo, stregoneria, credenze, rituali. Tradizioni. Come tali avevano motivo d’esistere in un vicino, quanto lontano passato.

Eppure è storia che ci narra come la stregoneria eserciti una influenza laddove le difficoltà e le tribolazioni sono diffuse, quando si cerca una via di fuga da una percezione così dura degli eventi. Dove il vero fa talmente male che una ragione, si dice, deve pur esservi. Ed allora la si ricerca nelle cose più improbabili.

Nell’Haiti di oggi si contano le vittime della superstizione. I morti di questa ignoranza sono 45. La fonte è ufficiale, quella governativa.

Il Ministro delle comunicazioni ,Marie-Laurence Lassegue,  confermando i dati, che per l’appunto parlano di 50 “santoni” trucidati da folle inviperite per la diffusione del colera, afferma che è d’obbligo arginare questo sentimento ingiustificato d’odio. E’ necessario – prosegue il Ministro – investire su una massiccia campagna informativa sui reali fattori che determinano la diffusione dell’epidemia.

La gente pensa che questi santoni, per mezzo dei loro rituali voodoo, abbiano diffuso il colera con l’utilizzo della stregoneria.

La quasi totalità delle vittime è stata trovata nella zona chiamata Grand Anse, a sudovest di Haiti.

I resti dei corpi hanno fatto intendere quel che è stato vero e proprio linciaggio subito dalle vittime. I corpi sono stati sfigurati dal lancio di pietre. Poi arsi vivi e trucidati con machete ed altre armi da taglio

Una punizione esemplare, inutile, verso reati che nessuno può commettere.

La chiara testimonianza di come i danni legati al terremoto e alla conseguente epidemia di colera  siano esacerbati da situazioni di povertà ed ignoranza, pregresse ai drammatici avvenimenti.

Inutile assolvere le antiche culture. Ogni simbolo di superstizione religiosa può portare a questo. Non ne abbiamo un po’ tutti abbastanza di questa necessità d’appellarsi a chissà quale menzogna per negare la realtà o arricchirla e condirla con un tocco d’originale?

Simin lava la figlia Midjalannda ed è preoccupata della perdita di peso della bimba. Story and photos by Carolyn Cole / Los Angeles Times

Gli schiavi africani si erano portati con sé il diritto alla speranza. Ancora non c’erano i mezzi, le potenzialità per arginare questi fenomeni che si sono poi rivelati dannosi. Chiamatela Lukumi, Regla de Ocha, si tratta di mera santeria. Tutte queste pratiche e miscugli di credi, voodoo, religioni hanno creato una polveriera culturale i cui effetti collaterali sono ora sotto gli occhi di tutti.

Diamo al popolo di Haiti tutti gli strumenti utili ad uscire con razionalità da questo disgustoso presente. Ma che per quanto disgustoso, non scompare con pozioni magiche, danze o rituali.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

L'autore, ama viaggiare, conoscere e condividere le mille e più sfaccettature della realtà. Racconto nella totale indipendenza, un mix di attualità, scienza, rispetto dell’ambiente, progresso e tradizioni. La mia penna va sempre e comunque per la propria strada.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *