Guantanamo e le bugie di Obama

Le forze armate statunitensi si stanno preparando per una lunga permanenza nella base – prigione di Guantanamo. Nonostante la promessa del presidente USA Barack Obama, la base di Guantanamo non solo non chiuderà ma migliorerà le proprie comunicazioni con un investimento stimato in 40 milioni di dollari.  Il pentagono in queste ore, ha fatto sapere in via ufficiale  che partendo dalla vicina Florida verrà installato un cavo sottomarino in fibra ottica, il quale una volta collegato alla base,  sostituirà la vecchia connessione satellitare oramai obsoleta e molto lenta.

ESP: Estados Unidos se prepara para una larga permanencia en la base-prisión de Guantánamo, en el sureste de Cuba. Lejos de la promesa del presidente Barack Obama,  el presidio sigue abierto y su infraestructura será mejorada a un costo mínimo de 40 millones de dólares. El Pentágono admitió  que instalará un cable submarino de fibra óptica con terminal en el sur de Florida, “una obra que sólo tiene sentido si vamos a quedarnos allí por un período prolongado”, aseguró el capitán de la marina Kirk Hibbert.

Le forze armate statunitensi si stanno preparando per una lunga permanenza nella base-prigione di Guantanamo. il campo di detenzione sita nel sudest di Cuba, conosciuta  ai più per le foto raccapriccianti che dimostravano come venivano torturati i detenuti all’interno della stessa, non solo non chiuderà  come promise in campagna elettorale l’immeritato premio nobel per la pace Obama, ma migliorerà le proprie comunicazioni con un investimento stimato in 40 milioni di dollari.  Il pentagono in queste ore, ha fatto sapere in via ufficiale  che partendo dalla vicina Florida verrà installato un cavo sottomarino in fibra ottica, il quale una volta  collegato alla base,  sostituirà la vecchia connessione satellitare obsoleta e molto lenta.

Per l’analista politico Wilfredo Amr Ruiz questo investimento milionario  in Guantánamo è una chiara  dimostrazione che il presidente statunitense, Barack Obama, non manterrà le sue promesse elettorali.

Si fa poca fatica anche nell’essere d’accordo con Kirk Hibbert Capitano della Marina di Guerra Americana, il quale afferma che “ questo investimento ha senso solo se staremo nella base ancora per un lungo periodo”.

Secondo il Miami Herald, noto sito d’informazione della Florida, non propriamente a favore della politica cubana,  questo è un segnale che le forze armate si stanno preparando per portare all’interno della base nuovi detenuti e per realizzare nuove operazioni.

I lavori per posizionare il cavo in fibra ottica dovrebbero  iniziare entro due anni. Le autorità cubane sono state avvisate a riguardo di tale  progetto, il quale  prevede anche l’arrivo della nave  USNS Zeus per i rilevamenti topografici , alla base navale nelle prossime settimane .

La base degli orrori, odiernamente ospita tra militari e civili americani circa  6000 persone e nelle celle 169 detenuti. Il tribunale in questione è stato criticato per la mancanza di garanzie processuali dagli organismi internazionali dei diritti umani.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

È da “sempre” in contatto con l’isola cubana che ama quanto il suo paese. Sposato da più di due lustri con una cittadina cubana , affonda per passione, parte del suo quotidiano nella ricerca e nello spassionato approfondimento della realtà dell’isola caraibica. Francesco, ama particolarmente di Cuba l’aspetto poetico, romantico, che perdura nel tempo nonostante tutto, e che sa cogliere ogni qual volta si reca nell’isola. Cosciente, ed informato della realtà cubana, vuole attraverso questo sito, apportare il suo contributo informativo , contrapponendo la sua visione “romantica” ,con la difficile realtà del quotidiano cubano.

(1) Reader Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *