Cuba: l’amore di ogni turista

Cuba. La Cuba turistica colpisce sempre il turista per quel tocco d’originale  e puro che arriva diretto al cuore e non si stacca più.

Una guida turistica di Cuba la si trova immancabilmente sugli scaffali delle librerie, delle biblioteche. Le immagini di Cuba non possono mancare nei filmati delle trasmissioni televisive per viaggiatori.

E’ una meta caraibica ambita ed amata. Vogliamo oggi riportare l’esperienza di una nostra lettrice, Elisa, certi che potrete apprezzarne quel sentimento puro che ne esce. 

Abbiamo deciso di modificare il meno possibile il testo originale, sebbene a tratti si colga qualche imprecisione. Ma in sin dei conti questo è il bello delle opinioni e della democrazia, che a Cuba parte davvero dalla calle e dai comitati di paese, senza attingere in quell’eccesso fuorviante che sta rovinando l’immenso bagaglio culturale della Nostra tanto amata Italia.

Elisa, ci ha inviato anche tante foto splendide, che provvederemo a pubblicare un pò alla volta sulla nostra pagina facebook:

Latin America & Caribbean News: https://www.facebook.com/www.thisiscuba.net/?fref=ts

 

PERCHÉ SCRIVO.

L’inesorabile voglia di scrivere che mi assale alla fine di ogni mia esperienza di vita è simbolo che qualcosa da raccontare c’è sempre .Non è detto che un luogo debba trafiggerti forzatamente il cuore … tuttavia non esiste luogo di cui ci sia da dire solo “bellissimo ” o “non mi è piaciuto “.
I viaggi sono fatti d’interazioni sensoriali che muovono sentimenti ed emozioni che vivono solo in noi stessi .

NON E’CUBA .
Sarò probabilmente presuntuosa e poco democratica nel dire che Cuba NON è un Resort 5 stelle e un’escursione guidata nelle tre vie restaurate di Habana . Se questa è stata la vostra esperienza Cubana … spero abbiate la curiosità di rivedere e riscoprire quest’isola.

GEOTURISMO
Esiste , ad oggi , una delle parole più belle del mondo “GEOTURISMO”.
Essa racchiude il mio stile di viaggio e tutta la mia volontà .
Geoturismo è la volontà di voler viaggiare sostenendo ed aiutando le autonomie locali nonché la popolazione autoctona .
Significa anche rispetto per l’ambiente , un modo per fondersi con la cultura del posto .
Immedesimarsi con la gente , essere parte della comunità e non spettatori passivi .

PERCHÉ SCEGLIERE QUESTO TIPO DI VIAGGIO .
Affrontare questo tipo di viaggio significa essere continuamente ed incessantemente stimolati : fisicamente e mentalmente .
Tramite i nostri due sensi principali : viste ed olfatto … la mente e il cuore non smetteranno mai di dilatare il loro entusiasmo .
Non conoscere il passo successivo è la prima arma per sedurre la curiosità . Avrete l’esclusiva di ogni scelta , di ogni istante .
È un viaggio NON standardizzato .Non esisteranno orari , obblighi , sarete voi i padroni di ogni vostro passo .
Per essere davvero parte di questa grande avventura …è fervente un accordo : abbandonare le comodità tecnologiche .
Dimenticate internet .
Dotatevi di mappe , guide , ma, soprattutto, lasciate che la gente si avvicini a voi e vi aiuti nelle scelte da compiere .
Cuba ama la gente straniera, si percepisce la curiosità nei loro stessi sguardi. Ama ascoltare le vostre vite ed è felice di poter raccontare la propria .

BAGAGLIO PIENO O BAGAGLIO VUOTO .
Abbiamo deciso di riempire i nostri bagagli con piccoli omaggi che potessero essere utili alla popolazione locale : sapone , materiale scolastico , vestiti…
Una volta arrivati sull’isola ci si rende conto che , in realtà , tutto potrebbe essere utile .
Se è vero , infatti , che nei luoghi turistici la popolazione vive una situazione più facile ed agevole …
I luoghi dove quest’ultimo non arriva … la felicità di ricevere un piccolo aiuto si legge negli occhi della gente .
A Cuba , va sottolineato , non esistono persone la cui salute è messa a rischio dalla povertà. A tutti è data la possibilità di un sostentamento dignitoso.

TORNEREI A CUBA ?

Cuba è un’ esplorazione tortuosa e molto arida .
Ogni passo che si profila lungo questo viaggio identifica un aspro contenuto .
Il bue , il cavallo , l’aratro , l’assenza d’ infrastrutture …una vita difficile … sia per il Cubano che per il turista curioso .
Le spiagge paradisiache sono la parte dolce di quest’isola .
Tornerei , forse .
Ad oggi , tuttavia , preferisco portare con me il sapore di una Cuba che ancora profuma d’inesplorato ed incolto .

IL MIO ITINERARIO .
Frutto di una scelta logistica valutata e calcolata giorno per giorno … Ecco qui i luoghi visitati in questo viaggio .
-La Habana
-Vinales-Cayo Jutisia
-Playa Larga -Playa Giron
-Cienfuegos-Trinidad-Playa Ancon
-Sancti spiritus
-Ciego De avilla – Camaguey
-Playa Jiguey (costa di pescatori )
-Moron-Cayo Coco
-Remedius -Santa Clara
-Varadero (parte Cubana)
-La Habana .
Le città principali sono sicuramente d’aiuto per avere dei nodi portanti .
Nonostante ciò , la meraviglia cubana sarà lungo la strada che percorrerete.
Capanne , campi , scuole rurali , animali al pascolo …
Troverete spunti in ogni angolo .
Sarà bello fermarsi in questi piccoli villaggi … conoscere la popolazione , parlare con loro e mangiare un loro “dulce” o un loro “pan ” tipico .

L’IMPATTO DEL TURISMO
Nonostante il blocco statunitense che determina una forzata chiusura dell’isola (ndr. passo modificato dalla redazione), il governo cubano ha ben compreso l’importanza economica del turista.
Un turista che , mediamente , sembra “accontentarsi” di un villaggio “All Inclusive” e qualche escursione a cifre folli .
Questo turismo può danneggiare lo stesso cubano e risultare pertanto molto pericoloso, in quanto privatizzando, a favore del turista frequentatore dei resort su misura, luoghi più o meno estesi, rischia di emarginare lo stesso cubano, accentuando quelle stesse differenze di classe che lo stesso governo rivoluzionario condanna.
Esistono , quindi , dei luoghi di Cuba , ovviamente i più belli , dove il Cubano non deve mettere piede .
Tutto questo è paradossale …pensate se vi venisse vietato di visitare il Colosseo in quanto cittadini italiani .
Uno di questi luoghi “NO CUBANI” è CayoCoco.
Un paradiso terrestre dove stanno nascendo centinaia di Resort.
Per arrivare in questo luogo esiste una vera e propria frontiera che lascia passare solo i turisti .
Non sorge a nessuno la domanda :
“È lecito tutto questo ? ” .
Pensando alle nostre infinite libertà … si rimane spiazzati delle restrizioni altrui .

UNA CUBA CHE SOGNA .
Proprietà privata , guadagno personale , internet … sono tutti concetti nuovi al mondo Cubano .
Il giovane Cubano nutre una curiosità disarmante nei confronti di tutto quello che è nuovo e diverso dalla sua isola .
Sono in tanti a sognare la nostra libertà .
Libertà di preparare il proprio bagaglio e prendere il primo volo verso qualsiasi destinazione .
Per la maggior parte della popolazione …l’isola rappresenta l’unico luogo sul mappamondo .
Da qui si comprende bene come , la propria Terra , diventi anche una prigione .
Cuba sta cambiando . È inevitabile . Sarebbe bello se fossero i Cubani a poter scegliere “come “.

DEDICHE
Dedico questo viaggio a Graziana , Alessia, Federica e Clara che hanno dolcemente contribuito a riempire i miei bagagli e , soprattutto , a mia madre .
Mia compagna di viaggio …che si è adattata a tutto ed ha contribuito a rendere questo viaggio ancora più speciale.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

L’autore, ama viaggiare, conoscere e condividere le mille e più sfaccettature della realtà. Racconto nella totale indipendenza, un mix di attualità, scienza, rispetto dell’ambiente, progresso e tradizioni. La mia penna va sempre e comunque per la propria strada.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *