Sport,Arte, Cultura & Scienza — 23 febbraio 2010
Cuba e America latina: L’importanza della salute

In questo articolo valutiamo la qualità della struttura sanitaria cubana. Si presenta di livello avanzato e ingenti investimenti sono stati disposti per la realizzazione del centro di biotecnologia e per i numero centri studi di ricerca, di fama internazionale, come il “Centro Che”, dell’Havana. La sanità è completamente gratuita. Da segnalare tra i problemi recenti che alcune strutture ospedaliere sono vecchie e necessitano di interventi urgenti, che i farmaci e il materiale per le medicazioni scarseggia, anche per il blocco economico imposto dagli USA e che i medici e gli operatori sanitari l momento hanno una remunerazione salariale troppo bassa. Nonostante questo, Il sistema sanitario è una delle grosse conquiste della Rivoluzione Castrista, che ha da sempre puntato molto nella salute ed istruzione di massa.

Dati statistici: popolazione, sanità e grado di alfabetizzazione

La popolazione cubana nel 2009 è tornata ad aumentare dopo 3 anni in cui si registrava una flessione. Con il 2009 la popolazione cubana raggiunge gli 11 milioni e 239 mila persone (+0,3 abitanti su mille).

Gli 11.239.000 abitanti sono così formati:

5 milioni e 610 mila donne

5 milioni 629 mila uomini

IL 17% della popolazione ha oltre 60 anni di età. Questa fascia sta crescendo anche a Cuba in linea con la tendenza della fetta di mondo più ricca. A Cuba questa fattore testimonia che la salute è uno dei pezzi forti del governo cubano che storicamente dedica molto impegno affinché si possano garantire a tutti le cure necessarie.

La concezione di assicurare a tutto il popolo ogni prestazione medica è diametralmente opposta alla concezione degli Stati Uniti che servono invece le cure mediche in pacchetti predisposti, generalmente come benefits lavorativi e che differiscono in base al reddito.

Ovviamente queste scuole di pensiero hanno vantaggi indubbi e allo stesso tempo punti deboli. Chi associa salute ad una questione etica imprescindibile e al di sopra di differenze sociali non può che obiettare contro la visione americana e sostenere quella cubana. Chi invece considera la salute come una sezione come tante altre può invece sostenere un modello differente. IN questo modo ognuno deve contribuire e pretendere diversi trattamenti a secondo del contributo che riesce ad assicurare. In ogni caso questi dati testimoniano che Cuba è il fiore all’occhiello di tutta l’area del latino america e rappresenta uno degli esempi meglio gestiti in termini di educazione, sviluppo e trattamenti sanitari.

Con i nati del 2009 (130.027), sale la media di figli per meglio (1,63 contro l’1,59 del 2008).

I nati del 2009 possono testimoniare una inversione di tendenza rispetto al punto più basso che si è registrato nel 2006, con 111 mila nati.

Altri dati che riflettono in schema la situazione sanitaria cubana evidenziandone i meriti, proprio come piace a noi, cioè con i fatti scritti nero su bianco. Un dato di fatto, senza dar troppo peso a interpretazioni dubbie che potrebbero trarre in inganno. Tasso mortalità infantile: 5,6 (media dei valori forniti da Granma, 4.8, e e-dott, 6.4) tasso di mortalità materna: 30 per 100.000 nati vivi A tutte le oltre 14 mila donne gravide che sono state ricoverate negli ultimi 4 mesi è stato somministrato il trattamento antivirale (fonte: prensalatina)

Tutti i bambini sono sottoposte alle campagne di vaccinazione che assicurano prevenzione nella diffusione delle principali malattie contagiose.

IL grafico evidenzia come Cuba risulti essere il paese con il miglior tasso di mortalità nell’area analizzata.

Da segnalare il picco nello stato di Haiti, che segnala come l’emergenza del terremoto di quasi due mesi fa, non abbia fatto altro che accentuare una situazione da molto tempo drammatica. La tragedia ha solo rispolverato agli occhi dell’opinione pubblica un popolo che per svariati motivi, storici, geografici, di amministrazione pubblica lotta quotidianamente per la sopravvivenza.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

L'autore, ama viaggiare, conoscere e condividere le mille e più sfaccettature della realtà. Racconto nella totale indipendenza, un mix di attualità, scienza, rispetto dell’ambiente, progresso e tradizioni. La mia penna va sempre e comunque per la propria strada.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *