Colombia: delle persone si “interrano” per protesta

ESP: Ante el temor de ser desalojados de un terreno, más de una docena de personas se enterró en la tierra dejando solo su cabeza y hombros en la superficie en una barriada del norte de Colombia.Los manifestantes se turnan en su protesta, saliendo unos y entrando otros en los hoyos cavados en la tierra

Una singolare protesta ha preso vita in Colombia. Una protesta che spinta dalla povertà dalla  disperazione, porta come in questo caso a compiere gesti estremi.

Si tratta di trecento famiglie di Aguachica residenti nella zona di Oasis II, nel nordest della Colombia, che prendendo possesso di un  terreno privato  di circa 1,8 ettari, senza avere “particolari diritti” se non quello di ambire ad avere un tetto, un giaciglio,  sotto il quale provare ad avere una vita dignitosa, alla notifica  di sfratto  da parte delle autorità colombiane, parte di loro hanno deciso  di farsi interrare  fino alla testa per protesta.

Il motivo dello sfratto da questo terreno, occupato illegalmente da qualche mese, nasce perché e prevista la costruzione di 2000 case popolari, da destinare a chi casa non ha. Tale progetto fa parte delle recenti misure governative prese  dal Governo di  Juan Manuel Santos,  atte a  creare  alloggi   da destinare alle persone povere.

La domanda quindi che nasce spontanea è:  perché se aventi diritto a tutti gli effetti di una casa popolare, nonostante l’occupazione illegale del terreno, sono costretti a interrarsi per protesta?

Ramón de Jesús Ramos,  sindaco di Aguachica, spiega che molte persone  vogliono entrare nel programma del governo, e credono che invadendo delle proprietà abbiano garantita poi una casa. Lo stesso sindaco ammette anche  in una intervista telefonica rilasciata a EFE che nella sua località esiste un problema legato alla mancanza di abitazioni.

Heriberto Rodriguez, portavoce dei manifestanti, spiega che lo Stato non ha fornito  nessuna risposta alle loro richieste di alloggio, creando quindi, sentendosi “vittime del governo” tutti i presupposti per continuare la loro protesta.

Gli interrati,  seguiti da medici ed infermieri stanno accusando vari malori dovuti al forte caldo del luogo, nonostante che si  diano il turno per proseguire la loro protesta.  Nel 2006 in un quartiere a sud di Bogotà, avvenne una protesta simile, che culminò pacificamente dietro negoziazioni col comune del luogo.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

Valia ama Cuba che è la sua terra di orignine, le sue tradizioni, il suo passato... " Questo sito per me è un ponte che collega la mia stanza alla mia amata Cuba..."Valia per ThisIsCuba è anche un'importante aiuto per le traduzioni in Spagnolo.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *