Breaking News L'editoriale — 22 gennaio 2012
CIREN: ThisIsCuba intervista il Dr. Juan Roca Sierra

 

 

Buongiorno Dottore e grazie di aver accettato l’intervista

Buongiorno, sono lieto di presentarmi ai vostri lettori. 

Sono il Dr. Juan Roca Sierra, medico specialista del CIREN, rappresentante per l’Italia (Europa).

Ufficio rappresentanza:  Farmavenda SpA – CIREN

Via Procaccini, 41   Milano MI  20154

Email:  j.roca@farmavenda.com    sito web:  www.farmavenda.com/ciren

fonte foto: CIREN-FACEBOOK

 

Cos’è il Ciren? Le va di presentarlo brevemente ai nostri lettori?

Il Centro Internazionale di Restauraciòn Neurologica (CIREN) è un’avanzata istituzione medico scientifica, con due programmi terapeutici originali, di Riabilitazione Neurologica e Restauraciòn Biologica. La continua ricerca contribuisce ad apportare costantemente nuove conoscenze, introducendo e sviluppando tecnologie nel campo delle scienze neurologiche.

Il CIREN è pertanto definibile come un’istituzione medico-scientifica con l’obbiettivo di  migliorare la qualità della vita dei pazienti colpiti da lesioni o malattie del Sistema Nervoso mediante metodi nuovi, multifattoriali ed intensivi che stimolano la neuro-plasticità.

Il CIREN è riconosciuto come l’unico centro al mondo capace di riunire questo livello scientifico-professionale. Ciò rende possibile che i pazienti stessi diano il meglio di se per il raggiungimento della propria riabilitazione fisica ed intellettuale, permettendo così un più rapido recupero. Questa stessa visione concettuale del lavoro, garantisce al CIREN i propri successi scientifici, riconosciuti a livello mondiale.

In Italia c’è un centro annesso o ogni struttura medica si riconduce al Centro Ciren dell’Havana?

Non ancora.

Il CIREN è l’unica struttura al mondo specializzata nell’applicazione di un sistema neuro riabilitativo intensivo? Ci spiega in cosa consiste questo sistema di trattamento esclusivo?

Il CIREN lavora utilizzando team multidisciplinari per affrontare le condizioni dei pazienti in modo completo. Il CIREN utilizza per il paziente un sistema  neuro-restaurador intensivo. Questo consiste in sette ore di sedute giornaliere dal lunedì al venerdìmentre il sabato viene svolta la sola seduta mattutina della durata di  3 ore e mezza. Il sabato pomeriggio e la domenica sono per il necessario riposo del paziente, come parte del programma neuro-restaurador.

Questo programma consiste in due fasi:  la prima dura fino a sette giorni, necessaria per stilare una diagnosi precisa ed una completa valutazione neurologica e clinica; in questo modo si determinano le potenzialità di recupero e si elaborare la terapia personalizzata.

La seconda fase consiste nella vera e propria parte pratica. Per un periodo base di 28 giorni si attua il rigoroso programma terapeutico concepito su misura per ciascun paziente, partendo dai risultati della valutazione. Il programma di restauracion neurologica, creato e sviluppato nel CIREN è una strategia terapeutica che, abbinando metodi farmacologici, chirurgici e neuro-riabilitativi, basati sulle proprietà di recupero del sistema nervoso, permette di compensare le alterazioni esistenti e di stimolare il recupero strutturale e funzionale dell’attività nervosa danneggiata.

L’attività svolta da questo servizio si basa sui principi sviluppatisi nella nostra istituzione, riguardanti la neuro-riabilitazione multifattoriale intensiva, che, partendo da una valutazione integrale psicomotoria, abbina in maniera completa, sistematica, intensa e adeguatamente dosata, differenti tecniche e procedure, per raggiungere nel minor tempo possibile, il maggiore recupero delle capacità perse, secondo il danno ed il tempo d’evoluzione della malattia o del trauma.

Il sistema sanitario unico, garantisce l’integrazione di vari fattori che non si basano sul profitto individuale, ma nell’obiettivo fondamentale di offrire al malato il massimo sostegno scientifico ed umano. Il CIREN rappresenta il risultato di questa concezione della sanità pubblica cubana.

Quali sono le patologie che possono essere trattate e per le quali le terapie del CIREN possono portare a effetti terapeutici positivi?

Le cliniche del programma sono cinque, specializzate per patologie. Il CIREN è  composto da due grandi programmi terapeutici ed un’area di ricerca avanzata.

Tutte eccetto la SLA, riconosciute per l’evoluzione maligna della malattia ancora non controllabile per la scienza.  Al CIREN le patologie che trattiamo più frequentemente sono: Malattia di Parkinson, Paraplegie, Paralisi Cerebrale e Infantile, Traumatismi associati alle SNC, Tetraplegia spastica, Infarto cerebrale, Emorragia Cerebrale, Malformazione congenita.

Per Cliniche abbiamo:

  1. Clinica Neurologica Infantile: Epilessia, lesioni statiche del sistema nervoso, malformazione del sistema nervoso, disturbi della migrazione neuronale, malattie progressive del sistema nervoso, spasticità e movimento anormali, disfunzioni del linguaggio, dell’apprendimento e della condotta, ipotonia, disturbi del sonno ed epilettici a questo relazionati, fra altre.
  2. Clinica Dei Disturbi del Movimento: Morbo di Parkinson (vascolari, degenerativi, indotti di farmaci, secondari), distonie (da torsione, generalizzate, segmentarie, focale), atassie (cerebrali miste, ereditarie), demenze (degenerative-Alzheimer,corpo di Lewy-, frontotemporali-subcorticaloi ed altre-, neuro-vasculari-lacunari, multiinfarto, Bingswagen, postinfarto), tremori (essenziale familiare, post-traumàtico ed altre movimento involontari), atrofie multi-sistemiche, paralisi sopranucleare progressiva, morbo de Wilson, corea de Huntington, de Sydenham, vascolare, emiballismi, mioclonie, sindrome de Gilles de la Tourette ed altri tic, Spasmi muscolari e masse muscolare muscolari localizzate, sindromi vertiginose, fra altre malattie degenerative del SNC come encefalopatia mitocondriale, leucodistrofie, malattie carenziali, errori congeniti del metabolismo di comparsa tardiva, malattie lisosomali, ecc.
  3. Clinica delle Lesioni Statiche Encefaliche dell’Adulto: Malattie cerebrovascolari e Traumi cranio-encefalici come infarto cerebrale o lacunare, demenza vascolare, vasculite del SNC, emorragia cerebrale e subaracnoidea, encefalopatia ipossica, trauma cranico-encefalico, PCI, tumore cerebrale, encefalite, fra altre.
  4. Clinica delle Lesioni del Midollo Spinale: Affezioni del midollo spinale e sue conseguenze (paraplegia e quadriplegica –flaccide ospastriche- per lesioni traumatiche del midollo spinale, lesioni vascolari, tumori), delle malattie neuromusculari, polineuropia croniche, sclerosi multipla, distrofia muscolare ed altre malattie neuromusculari, miolopagie spondilotiche, non immuni ed infettive, sirngomielia anzicome trattamento della staticità, del dolore neuropatico, dei disturbi disautonomici (ipotensione ortostatica e iperdosi), dei disturbi nutrizionali associati, riadattamento vescicole e lavoro sulla dinamica rettale, anti-ossidanti, disturbi  psicologici fra altre.
  5. Clinica di Restauraciòn Biologica General (REBIOGER): Programma multifattoriale anti-invecchiamento.

 

Ci spieghi in breve la vicenda di Tarnie Williams che abbiamo letto e sembra avere dell’incredibile. Un signore statunitense a cui era stato diagnosticato la sclerosi multipla. Le terapie del CIREN hanno reso possibile ciò che le migliori cliniche americane non hanno ottenuto: il lato destro del corpo semi-paralizzato si è quasi completamente rigenerato.(E’ possibile avere qualche dettaglio in più sulla quotidiano USA che ha pubblicato l’articolo?)

Per la privacy deve chiederli all’interessato direttamente.

Nota della redazione Thisiscuba.net: la domanda al dottor Roca Sierra è stata fatta dopo aver letto sul gruppo ufficiale del Ciren su Facebook la notizia visibile a questo link: http://es-es.facebook.com/notes/ciren-cuba-riabilitazione-neurologica/da-un-quotidiano-usa-un-viaggio-a-cuba-offre-una-nuova-speranza-a-un-uomo-condan/165840033430674.  La notizia cita un quotidiano USA. Noi abbiamo cercato di verificare se questo corrisponda al vero ma non riusciamo a reperire il quotidiano USA che abbia parlato di questa vicenda. Chiedavamo per questo lumi al dottore e reperire le fonti in un articolo nulla ha a che vedere con la privacy, ma con la corretta citazione per distinguere propaganda da informazione.

Si evince anche che rispetto ad altre cliniche il CIREN riesce ad offrire un trattamento a costi competitivi. A proposito di questo leggiamo sul sito internet  che un ciclo del programma terapeutico (della durata di quattro settimane) ha un costo di circa 5500 euro (ndr: al momento della domanda il cambio euro/dollaro è circa 1,3), comunque non indifferente, specialmente in questo periodo…i malati possono usufruire di qualche convenzione da voi stipulata a livello regionale o provinciale?

I nostri costi sono assolutamente competitivi, i più bassi al mondo. Il costo in euro varia a seconda di come si comporta il cambio Euro/USD. Quindi il nostro prezzo è in valuta cubana: $ 7120.00 CUC (CUC=USD). Certo che non è indifferente, però tutto quello che facciamo per questo costo consiste in un lavoro immenso, dedicato esclusivamente alla persona. Nessuno al mondo attualmente si può permettere questi servizi esclusivi a questi costi.  Un analogo programma personalizzato, quanto verrebbe a costare viene se sviluppato in Europa ?

Conosco che ci sono rimborso di qualcuna Regione, però questo è un aspetto interamente personale, non è della nostra competenza.

 

fonte foto: CIREN - FACEBOOK

Lavorate anche con cellule staminali? Se si, La legislazione cubana in tal materia è severa come quella italiana o è più flessibile, in stile britannico?

Non lavoriamo con cellule staminali, però queste ultime fanno certamente parte della ricerca scientifica, così come tanti Centri di ricerca scientifica al mondo. Posso aggiungere che la legislazione Cubana in tutte le materie sono severe e precisa, molta etica.

Il CIREN offre anche cure odontoiatriche e di impiantologia di altissimo livello internazionale. Così si legge. Vuole dire che c’è interesse a curarsi a Cuba per cure importanti e che addirittura converrebbe a livello economico?

Certo, l’anno scorso abbiamo inaugurato un nuovo servizio d’implantologia e ricostruzione mascellare d’alto livello nella Clinica Dentale del CIREN, in qui i prezzi sono molto competitivi se confrontati con quelli Italiani. Posso dire che si risparmia almeno il 50 % del costo europeo e ogni cura è garantita.

Trattate anche malattie della pelle quali vitiligine, psoriasi, eczemi, gravi forme di dermatiti. A tal proposito i dati presentati parlano di un 84% dei vostri pazienti che sono completamente guariti dalla vitiligine, malattia che per mancanza di melanina porta ad una grave depigmentazione cutanea, che affligge in particolar modo la gente di colore, come nel caso lampante del cantante statunitense Michael Jackson, nella cui autopsia si legge provato da una grave forma di vitiligine. Perché questi numeri sono ben superiori ei normali trattamenti? C’è qualche medicina particolare in tal senso?

Certo, a Cuba trattiamo anche questi casi. Tutti coloro che necessitano di un trattamento per fronteggiare le manifestazioni di questa patologia diffusa, possono rivolgersi ad un’ altra struttura medica internazionale Cubana, il Centro de Histoterapia Placentaria.  I dati statistici cubani pubblicati sono rigorosamente affidabili e la terapia sviluppata  è interamente frutto della ricerca cubana, concepita attraverso medici cubani, e che attualmente costituisce un apporto alle conoscenze in tal ambito della scienza a livello internazionale.

E della melangenina, questo “farmaco” di cui si inzia sentir parlare in rete, proprio per il trattamento della vitiligine, che mi dice?

Purtroppo non sono uno specialista nella materia.

12)Da un articolo del 2010 apparso su “Il Foglio”, firmato dal giornalista Francesco Agnoli, abbiamo letto quanto segueUn dato sicuro, di cui semmai si può dubitare che sia per difetto, sono i centomila aborti annui che si compiono in questo paese, con solo undici milioni di abitanti! Una cifra che colloca Cuba ai primissimi posti al mondo per ricorso all’interruzione violenta di gravidanza, nonostante nel paese vi sia un altissimo ricorso alla contraccezione…Dopo aver richiamato la testimonianza della dottoressa cubana Hilda Molina, secondo la quale a Cuba la medicina rigenerativa vive di “sostanza nera fetale” procurata anche nei modi più delittuosi, per fornire a malati stranieri cure presunte, che fruttano però soldi verissimi allo stato, la Parachini scrive: “Altri due dottori che avevano lavorato al Ciren (Centro Internacional de Restauración Neurológica de Cuba) sono scappati da Cuba e dall’esilio hanno denunciato come a quei malati di Parkinson, per lo più stranieri, che pagavano in dollari, venivano praticati questi innesti di materiale fetale (con esiti tutti da dimostrare, ndr). Il dottor Antonio Guedes racconta che quando il centro ne aveva necessità urgente, in qualche centro ginecologico venivano ingannate delle donne in gravidanza, veniva loro detto che il figlio che aspettavano aveva gravi malformazioni, e veniva offerta la strada dell’aborto. Il tessuto era così procurato facilmente. Il dottor Julian Alvarez ha scritto un libro, “Artigiani della vita”. Spiega come a Cuba “attualmente si realizzano centomila aborti ogni anno. Il Ciren si trova di conseguenza a ottenere, con relativa facilità, il tessuto embrionale per il suo impiego in questi trattamenti”. Alvarez specifica che le donne danno il loro consenso sia per l’aborto che per la cessione del materiale biologico alla medicina, ma poi aggiunge un dettaglio non rassicurante: “tutti quelli che conoscono da dentro la vita di Cuba, sanno che le ‘pazienti’ non possono decidere nulla in merito. Molti degli aborti o ‘interruzioni’ si fanno in accordo con le necessità del Ciren” (http://salute.aduc.it/staminali/articolo/cuba+ricerca+democrazia+binomio+inscindibile_8359.php; per la Molina vedi Repubblica 13/8/1995: “Per assicurare al governo preziosa valuta estera, una dottoressa cubana sarebbe stata costretta a eseguire trapianti di tessuto cerebrale di feto, ottenuto da aborti appena fatti, su ricchi pazienti stranieri affetti dal morbo di Parkinson. Lo ha scritto ieri il quotidiano britannico Independent in una corrispondenza dall’America latina basata sulle confessioni della dottoressa Hilda Molina, la quale ha personalmente eseguito i trapianti, che fruttavano al governo fino a ventimila dollari ciascuno…”.

Insomma accuse gravissime, secondo il quale il Ciren curerebbe alcuni pazienti, procurandosi del tessuto embrionale in modo alquanto semplice. Lascio a lei la parola per commentare quanto riportato.

Falso. E’ tutta una manovra costruita con ovvi fini politici per denigrare l’immagine di Cuba. Non hanno la minima idea di chi sono gli scienziati ed i medici cubani, come lavorano, la loro etica, la loro consacrazione, il loro spirito di sacrificio, la loro solidarietà con tutti i popoli, il loro amore al paziente ed anche i risultati del lavoro al più alto livello mondialmente.  Non merita una risposta.

Ma proprio questi  “dissidenti” sarebbero spinti a rilasciare queste dichiarazioni alla stampa estera dietro lauti compensi..

No comment

Al di là dell’etica e dei moralismi, pensa che alla scienza dovrebbe essere riconosciuta una maggior libertà di ricerca sulle cellule staminali in modo da scalciare una caccia alle streghe che contribuisce a mantenere all’angolo alcune pratiche scientifiche che potrebbero essere potenzialmente una risorsa importante per la salute delle persone affette da alcune patologie?

Questo preclude ad una risposta di tipo filosofico. Tutto dipende da dove viene e dove si trova, quale paese, ecc., nonostante qualunque ricerca scientifica deve essere sviluppata rigorosamente con etica e rispettando le leggi internazionali e sopratutto l’essere umano.

Tutti oramai parlano dell’Escozul o Vidatox 30 CH? Cosa pensa del medicamento e dell’intera vicenda?

So che è un prodotto che ancora oggi sta attraversando delle convalide in fase scientifiche, e che stando ai risultati ottenuti prometta qualcosa di buono. Il prossimo settembre 2012 si terrà all’Avana un Congresso Internazionale sull’argomento. Non posso dire di più perché non sono specialista in quest’area scientifica.

Il Vidatox 30Ch è distribuito in Albania da Pharmamatrix, che ha siglato un accordo in esclusiva con Labiofam, azienda farmaceutica cubana di proprietà  dello Stato. Cosa pensa di tale accordo? Non le sembra che i profitti generati, siano una speculazione nei confronti del malato e che quindi cozzino contro gli insegnamenti della Revolution Cubana?

Sono tanti gli insegnamenti della Revolution Cubana che sono ignorati o desinano essere ignorati ! No sono informato riguardo questi specifici pertanto è difficile che io possa pronunciarmi a riguardo.

Vorrei però aggiungere che “il medico Cubano non guarda il guadagno monetario o materiale. IL medico cubano sa che ha il dovere di assistere l’umanità, senza guardare la razza, credo politico, religioso, donne, uomini, etc.”. A tal riguardo recentemente  SKY ha realizzato e mandato in onda un interessante documento, “il tesoro di Cuba”.

Ndr: potete rivedere il documentario “il tesoro di Cuba” facendo riferimento al seguente link:

http://www.youtube.com/watchv=rrkz4DpT_wk&feature=related

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

L'autore, ama viaggiare, conoscere e condividere le mille e più sfaccettature della realtà. Racconto nella totale indipendenza, un mix di attualità, scienza, rispetto dell’ambiente, progresso e tradizioni. La mia penna va sempre e comunque per la propria strada.

(2) Readers Comments

  1. Pingback: Ciren: Intervista al dr. Juan Roca Sierra

  2. ho la vitiligine da 20 anni e ora ne ho 40 ho sempre fatto terapie ma non sono ancora arrivata alla guarigione volevo sapere se ho una speranza andare a cuba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *