Breaking News U.S.A & America Latina — 25 settembre 2011
Chile: completamente al  buio per alcune ore

Un esteso blackout ha colpito ieri, sabato 24 settembre, gran parte del Chile, colpendo 5 regioni del paese, equivalenti al 70% della popolazione.

ESP: Un extenso apagón ha golpeado ayer, sábado 24 de septiembre, gran parte del Chile, golpeando 5 regiones del país, equivalentes al 70% de la población.

Un esteso blackout ha colpito ieri, sabato 24 settembre, gran parte del Chile, colpendo 5 regioni del paese, equivalenti al 70% della popolazione.

Il blackout iniziato alle 20.30 ora locale, è stato originato da un difetto nel sistema elettrico che alimenta gran parte del paese mettendo in forte disagio 10 milioni di persone, come afferma l’ONEMI (L’ufficio nazionale di emergenza).

 Il blackout è durato all’incirca 3 ore in gran parte delle zone interessate dal guasto elettrico. Il “disservizio”,  ha causato  l’interruzione  del trasporto pubblico sotterraneo e l’interruzione della telefonia mobile non interrompendo tuttavia  il  normale funzionamento degli  ospedali e dell’aeroporto,  che sono rimasti   operativi grazie  a sistemi d’emergenza prontamente messi in funzione.

 L’inconveniente non ha prodotto fortunatamente grandi incidenti, tuttavia si sono registrati, come fanno sapere le forze dell’ordine locali , alcuni saccheggi ai supermercati, portando cosi il governo centroamericano   a rafforzare la vigilanza nelle zone maggiormente a rischio.

LE CAUSE DEL BLACKOUT

Il ministro cileno per l’ Energia, Rodrigo Álvarez, ha reso noto poche ore fa che non era ancora  possibile sapere con chiarezza  quale fosse stata la causa del grave guasto. L’ultimo Blackout di tale entità avvenne nel marzo del 2010, e come riportano i giornali locali,  le autorità cilene in quella circostanza affermarono  che a causa del violento  terremoto di 8,8 gradi della scala Richter  che colpì nel febbraio del 2010 il paese , il sistema elettrico aveva registrato dei danni che lo rendevano instabile e soggetto a tali disservizi per almeno 2 anni.

Il  “CDEC” ha reso noto che è stata aperta una inchiesta per stabilire l’origine dell’enorme “apagon” che ha colpito il paese.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

È da “sempre” in contatto con l’isola cubana che ama quanto il suo paese. Sposato da più di due lustri con una cittadina cubana , affonda per passione, parte del suo quotidiano nella ricerca e nello spassionato approfondimento della realtà dell’isola caraibica. Francesco, ama particolarmente di Cuba l’aspetto poetico, romantico, che perdura nel tempo nonostante tutto, e che sa cogliere ogni qual volta si reca nell’isola. Cosciente, ed informato della realtà cubana, vuole attraverso questo sito, apportare il suo contributo informativo , contrapponendo la sua visione “romantica” ,con la difficile realtà del quotidiano cubano.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *