Breaking News — 05 settembre 2010

IL LIDER MAXIMO AVVERTE I GIOVANI UNIVERSITARI SUL PERICOLO DI UNA GUERRA NUCLEARE

Fidel Castro con un discorso di 44 minuti si è rivolto ai giovani universitari cubani. Facendo presente loro l’importanza del lavoro della gioventù, ha sottolineato quanto sia reale il pericolo d’una guerra mondiale nucleare.

L’Iran, Israele e gli Stati Uniti si stanno sfidando in un pericoloso duello per le sorti del mondo.

Il supporto morale ed attivo in una platea di giovani, mentre tiene con il solito carisma l’incontro, per la prima volta all’aperta dopo la malattia, che come lui stesso confida, lo ha quasi portato sulla soglia della morte. Ma aggiunge che non ha mai smesso di informarsi e lavorare per tornare in attività.

Non manca il richiamo ad Obama, di certo meno severo rispetto alle critiche secche lanciate verso i predecessori, ma ricorda che è compito del presidente Statunitense intervenire con giuste e coraggiose mosse in questa palude intricata di rapporti destabilizzanti, e non deve invece limitarsi a stersene a guardare.

L’appello rivolto ai giovani e alla popolazione mondiale di oltre sette miliardi di individui è quello di agire in nome d’una prevenzione, per evitare che qualcosa possa turbare irreversibilmente i già paludosi equilibri mondiali. E la prevenzione è determinata da azioni che si issano sulla consapevolezza e sulla coscienza morale. In questo senso, Castro conclude il suo intervento tra gli applausi di una folla che ricorda, non a caso, quella in cui teneva i suoi primi discorsi da studente di legge. E ha ribadito con voce bassa ma decisa “io qualcosa ho fatto a riguardo”.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

L'autore, ama viaggiare, conoscere e condividere le mille e più sfaccettature della realtà. Racconto nella totale indipendenza, un mix di attualità, scienza, rispetto dell’ambiente, progresso e tradizioni. La mia penna va sempre e comunque per la propria strada.

(1) Reader Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *