Benvenuto Diomedes

Diomedes è un bambino dominicano accolto al Villaggio SOS di Los Jardines e che ThisIsCuba.net sosterrà a distanza, per rendere concreta nel nostro piccolo la solidarietà verso il continente latinoamericano, spesso, ahimè, fatta solamente di parole che si perdono inesorabilmente nell’etere. Non solo vogliamo aiutare concretamente, ma sensibilizzare il più possibile tutti i nostri lettori, affinché un po’ delle nostre attenzioni, che spesso si perdono in cose futili, possano essere rivolte ai bambini meno fortunati.
Da oggi il “nostro” piccolino anche se per ora non ha la minima idea di chi noi siamo, avrà tutta la nostra amicizia e molti sostenitori a distanza che tiferanno per lui e che lo vedranno crescere poco a poco. Desideriamo con tutto il nostro cuore che Diomedes sia anche un simbolo d’amore, la volontà di fare del bene, un gesto semplice d’altruismo, un gesto bello che va fatto con cosapevolezza .

Volete tifare per Diomedes? Fatelo come volete, in mille modi, leggendoci, seguendoci, partecipando, facendo domande, inviandoci delle riflessioni, anche sulla nostra pagina facebook (this is cuba) e adottando se potete, un bel bambino a distanza, che già vi sta aspettando.

Se vuoi saperne di più sull’adozione a distanza clicca qui

Il viso di Diomedes è stato occultato nel rispetto delle norme che regolano la privacy e la tutela dei dati personali

Diomedes e SOS Villaggi dei Bambini Italia

SOS VILLAGGI DEI BAMBINI ITALIA Diomedes è stato accolto al Villaggio SOS di Los Jardines a settembre 2009, poco prima di compiere due anni ,insieme alla sorellina Ana Maria. Subito si è ambientato tra i fratelli e le sorelle SOS con i quali va molto d’accordo. E’ molto legato alla mamma. Diomedes è geloso dei suoi fratelli SOS più grandi che vanno già a scuola e vuole sempre stare con loro, anche se i suoi tentativi di aiutarli nei compiti non hanno ovviamente grande successo. Il suo linguaggio non è ancora completamente sviluppato, ma fa molta pratica essendo diventato un gran chiacchierone. Come molti suoi coetanei adora i dolci. I suoi genitori non erano in grado di prendersi cura di lui. Al Villaggio SOS Diomedes ha trovato affetti stabili e duraturi, una casa in cui crescere sereno e protetto, la possibilità di ricevere una buona educazione e di imparare in futuro una professione che lo renderà un adulto autonomo e responsabile.

L’Associazione SOS Villaggi ha iniziato la propria attività nella Repubblica Dominicana nei primi anni ’80, proprio quando una grave crisi economica colpiva il Paese provocando scioperi e rivolte tra le classi più povere.

Furono costruiti due Villaggi SOS nella capitale: il Villaggio SOS di Los Jardines del Norte e il Villaggio SOS di Los Mina. La costruzione del terzo Villaggio SOS di Santiago de los Caballeros è iniziata nel 2002.

Il Villaggio SOS di Los Jardines del Norte è nella parte nord-occidentale di Santo Domingo, su un terreno edificabile che era stato messo a disposizione dei Villaggi SOS dal Governo Dominicano.

Inaugurato nel 1982 il Villaggio SOS di Los Jardines del Norte conta 15 case famiglia, la casa del direttore del villaggio, la casa delle zie SOS e un’area amministrativa e di servizi.

Il Villaggio SOS di Los Jardines del Norte ospita anche l’ufficio nazionale dominicano SOS.

In genere i bambini del Villaggio SOS frequentano le scuole pubbliche nelle vicinanze ma molti di loro frequentano la scuola SOS Hermann Gmeiner nel Villaggio SOS di Los Mina, spostandosi con il bus ogni giorno.

I giovani dei Villaggi SOS di Santo Domingo si trasferiscono in una delle 4 Case del Giovane (due per ragazzi e due per ragazze) nella città. dove continuano gli studi o imparano un mestiere mentre gradualmente si preparano alla vita indipendente sotto la guida di un educatore.

SOS Villaggi dei Bambini Onlus è presente da più di 60 anni in 132 paesi del mondo. Ogni giorno si prende cura di migliaia di bambini e contribuisce allo sviluppo delle comunità in cui vivono.

rssfacebooktwitteryoutube

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *