Alta tensione in America Latina: attacco alla sinistra

Sono ore di instabilità prima in Paraguay, poi in Bolivia.

Nel primo destituito il Presidente Fernando Lugo, che ha detto di aver accettato l‘impeachment nonostante sia consono che l’accaduto rispecchi un “golpe parlamentare” in piena regola. Al suo posto, il vice Federico Franco, che ora dovrà fronteggiare il primo gravoso incarico di calmare le masse popolari ribelli, fedele a Lugo e dall’altro dare spiegazioni dell’accaduto ad Argentina, Brasile ed Uruguay che protestano per ciò che è stato definito un provvedimento necessario in quanto gravava sul Presidente la colpa per non aver saper gestito gli scontri che si erano verificati nel paese e che avevano portato a 17 morti, tra cui 6 poliziotti. 

 

Poliziotti boliviani protestano armati sul tetto del quartiere generale di La Paz (23 June 2012) fonte foto: CNN

 

Cristina Kirchner, presidente dell’Argentina ha definito la destituzione,  un colpo di Stato illegittimo. Sulla stessa linea i Presidenti di Venezuela e Bolivia.

Neppure il tempo di capire cosa sia realmente accaduto, che proprio la Bolivia dell’indio Evo Moralesvacilla. Uno sciopero dei poliziotti contro i bassi stipendi sta assumendo tutte le sembianze di un colpo di Stato. Poliziotti sul tetto del centro di comando di La Paz, rigettano l’offerta dello Stato di un aumento dei salari del 7% e intanto danno vita a saccheggi, violenze e rapine anche contro la sede dell’intelligence boliviana. Ben lontano dalle pretese di un 70% di aumento. Lo stipendio base deve passare dai 115 dollari odierni ai 287, tenendo invariati eventuali straordinari, premi e bonus vari. Morales si dice pronto a riportare l’ordine anche schierando l’esercito al fine di ripristinare l’ordine.

L’America Latina insomma continua ad essere contraddistinta per uno dei tratti più caratteristici e tristemente famosi: l’instabilità dei governi che porta poi ad un inevitabile e diffuso clima di violenza.

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

L'autore, ama viaggiare, conoscere e condividere le mille e più sfaccettature della realtà. Racconto nella totale indipendenza, un mix di attualità, scienza, rispetto dell’ambiente, progresso e tradizioni. La mia penna va sempre e comunque per la propria strada.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *