Breaking News Italia ed Europa — 29 novembre 2010
A Cuba per il Vidatox: testimonianze dirette

Quelli che seguono sono due racconti di un viaggio a Cuba per reperire il medicamento distribuito da Labiofam, Vidatox, da molti ancora conosciuto (erroneamente) come Escozul. Abbiamo deciso di proporli per fornire chiarimenti diretti e precise, che si sommano al nostro approfondimento che potete trovare qui e che talora evidenziano come molte cose richieste in linea teorica, così come molte procedure, siano in realtà semplificate o ignorate nella pratica (deleghe, consegne solo a parenti stretta, traduzione cartella clinica…). Siamo certi che le risposte forniteci siano un importante gesto d’altruismo per coloro che si recheranno nei prossimi giorni e mesi a Cuba per il medesimo fine, e che cercano risposte sincere e precise. Avvisiamo inoltre che le truffe non si arrestano e che molti individui si stanno organizzando al meglio per fare dei piacevoli giri turistici sull’Isla col la scusa di reperire il farmaco per terze persone.


Permesso per uscire con VIDATOX dalla dogana cubana. Fonte: MARIKA DISOTILLI


INTERVISTA A MARIKA DISOTILLI

  • Perché hai deciso di andare a Cuba per reperire il  Vidatox? Qual è nello specifico la patologia di cui soffri?

Ho intrapreso il viaggio per mio papà che è affetto da metastasi al fegato estese al perineo che si stanno propagando e che la chemioterapia non riesce a fermare.

  • Hai preso appuntamento telefonicamente e/o inviato la cartella clinica a Labiofam (per e-mail) prima di partire?

No, ho provato a contattarli per email ma non ho mai ricevuto alcuna risposta, molto probabilmente non riescono a rispondere alle centinaia di richieste che gli arrivano

  • Quando ti sei recata presso Labiofam?

Martedì 02 novembre 2010

  • Quanto tempo è intercorso tra l’arrivo a Labiofam e la distribuzione di Vidatox?

Circa quattro ore

fonte foto: MARIKA DISOTILLI


  • Ci spieghi, se possibile nel dettaglio, gli step da seguire per ricevere il farmaco (intendiamo a che ora ci si reca davanti ai cancelli, quando li aprono, se viene rilasciato un numero, quali uffici bisogna passare, dove bisogna attendere e qualsiasi altro particolare pratico possa servire a chi intraprende il viaggio…).

Dietro consiglio della signora dalla casa particular non siamo andati il lunedì perché c’è una coda infinita di persone. Il martedì siamo arrivati davanti ai cancelli alle 6 del mattino e c’erano già venti persone in coda. I cancelli vengono aperti alle 8,30 e fanno entrare in una sala d’aspetto a gruppi da circa 20 persone per volta. Loro non distribuiscono alcun numero e non si capisce in base a quale criterio chiamino per la consultazione, comunque una ragazza italiana si era attivata fuori dai cancelli per distribuire dei numeri “fai da te” ed è stato chiesto al personale della Labiofam che per gli italiani fosse rispettata tale numerazione. Quando è il proprio turno si viene fatti accomodare nell’ufficio del medico per la consultazione e viene rilasciato il farmaco.

  • Come si svolge il colloquio con il medico?

Si consegna la cartella clinica e l’eventuale delega, il medico legge la documentazione, annota il nome del paziente e del delegato, spiega i modi ed i tempi di somministrazione, consegna il medicamento insieme ai documenti per il trasporto nel bagaglio a mano e fa firmare una ricevuta. Se ci sono domande è possibile porle.

  • Confermi  che la cartella clinica necessita di traduzione? Da quanto hai potuto apprendere la traduzione deve essere parziale (delle parti più importanti o un riassunto dell’originale) o completa?

La cartella non necessità obbligatoriamente di traduzione in quanto i termini medici sono pressoché identici. Personalmente ho portato solo una cartella tradotta e le altre tre in italiano e non ho avuto problemi o richieste di traduzione.

  • Ti hanno chiesto ulteriore documentazione?

No, solo la cartella clinica e la delega con copia del documento d’identità del paziente

  • Ti sei imbattuta in persone che hanno cercato di venderti il prodotto?

No, ho trovato una persona che chiedeva il favore di portarlo in Italia e contattare la persona da cui era stato delegato per concordare la consegna.

  • In aeroporto come si giustifica il possesso del Vidatox? Ti viene rilasciata un documento di trasporto?

Alla dogana di Cuba non fanno alcun problema, basta fargli vedere le boccette e presentare il documento rilasciato dalla Labiofam. Io ho fatto il volo diretto quindi non so dirvi se ci sono problemi con gli scali, ma non credo.

  • Devi conservare qualche documento per eventuali ritorni a Labiofam?

Non è espressamente richiesta la conservazione di alcun documento. Sarebbe bene però ripresentarsi con il foglio che viene  rilasciato la prima volta per porter permettere ai ricercatori di non aprire un nuovo fascicolo ma semplicemente aggiornare la cartella già in loro possesso con i nuovi esami che si presentaranno.

  • Da quanto tempo stai assumendo il medicamento? Stai assumendo anche il Vimang in associazione?

Mio papà assume il medicamento dal 09 novembre 2010 in associazione con aloe vera acquistata in Italia. Non abbiamo preso il Vimang perché comunque ne vendono la dose solo per un mese e quindi avremmo comunque poi dovuto trovare un’altra soluzione.

  • Dove hai reperito il Vimang? Quanto costa?

Il Vimang è reperibile nella “farmacia” di fianco al laboratorio dove distribuiscono il medicamento e mi hanno riferito che costa circa 0,30 centesimi a bottiglia. Il Vimang viene venduto solo in peso cubani (moneta nazionale), quindi se si intende acquistarlo è bene presentarsi con i soldi già cambiati, perché in quella zona non ci sono uffici di cambio.

  • Hai notato qualche miglioramento da quando hai iniziato ad assumerlo?

Si, mio papà ha diminuito l’assunzione di antidolorifici, dorme meglio, inizia a mangiare un po’ di più e ha ripreso un po’ di colore in viso.


fonte foto: MARIKA DISOTILLI

  • Come ti hanno detto di assumere il Vidatox?

5 gocce sotto la lingua, tre volte al giorno prima dei pasti e aspettare almeno cinque minuti prima di bere o mangiare.

  • Hai notato che Vidatox (e se lo assumi il Vimang) ha qualche effetto collaterale e se si, quale e di che entità (lieve, moderato, rilevante, grave…)?

Mio papà ha iniziato subito con la dose massima e non ha avuto al momento nessun effetto collaterale e sta continuando con i cicli di chemioterapia.

Il medicamento non viene distribuito presso la sede della Labiofam ma, come da Voi già segnalato, presso un laboratorio che si trova in una zona fuori mano. Consiglio di portarsi da bere ed eventualmente da mangiare (se andate il lunedì), perchè il punto di distribuzione è in una zona in cui non c’è assolutamente niente. La coda si fa sotto il sole e già dalle 8 fa molto caldo, quindi portate ombrelli e cappelli, crema solare e anche l’autan perché ci sono parecchie zanzare.

I cubani hanno la precedenza sugli stranieri, bisogna lasciarli passare e tener conto che tra loro ci sono anche persone malate che vanno a fare delle terapie o delle visite, quindi tanta pazienza ma soprattutto tanta educazione.

Ad integrazione di queste informazioni anche un’altra testimonianza diretta, di una signora che gentilmente ci racconta la propria esperienza.

In questo caso Simona (nome di fantasia), ci spiega che non si è recata a Cuba in prima persona, ma che ha delegato per il ritiro  un amico italiano che vive a Cuba.E’ lei stessa ad assumere il Vidatox.

Cosa ha inoltrato all’amico quindi? Ha inviato la cartella clinica, non tradotta in italiano. Tiene a precisare “la cartella clinica non è stata tradotta perché i medici cubani capiscono le terminologie mediche anche se sono scritte in italiano” e che, “non è stata inviata alcuna delega“. A tal proposito, sebbene abbiamo numerose conferme che nella pratica anche una cartella non tradotta generalmente viene accettata, raccomandiamo comunque ciò che in linea teorica ci viene raccomandato e cioè di tradurre almeno nella parti salienti la stessa, in modo da facilitare il lavoro del medico stesso.

Sta assumendo il farmaco da circa 20 giorni, secondo la consueta posologia, 5 goccie mezz’ora prima della colazione ed altre cinque mezz’ora prima di cena, indicata nel documento rilasciato all’amico che l’ha ritirato. Alla domanda se ha notato dei miglioramenti ci dice: ” noto un netto miglioramento. La qualità della vita è aumentata. Riscontro una quasi completa regressione dei dolori e ciò mi consente di dormire tranquillamente“.

Non assume il Vimang, l’antiossidante che i medici cubani consigliano a complemento (ma che dicono non essere indispensabile). Al momento, Simona aggiunge, Vidatox non  “mi ha dato alcun effetto collaterale“.

Ringraziamo entrambe per il prezioso contributo. Speriamo che altre persone vogliano seguire l’ esempio e fornirci ulteriori risposte ed aggiornamenti precisi.

Se vuoi riportare qualche altro contenuto che credete possa essere rilevante o di possibile interesse per gli altri vi preghiamo di inviarcelo. Assieme al racconto con tutti i particolari inviateci anche le vostre generalità ed un contatto mail o telefonico.

scrivi a staff@thisiscuba.net

 Abbonati Gratuitamente

Articoli Recenti

Condividi

Articolo scritto da:

(27) Readers Comments

  1. Buongiorno mi chiamo Alessio Galbiati nelle prossime settimane mi devo recare a cuba per prendere il vidatox e volevo sapere se è sufficiente la documentazione inerente il tumore ( ecografia, colonscopia, lettera dimissioni post operazione ) o se devo richiedere la cartella clinica all’ ospedale.

  2. Pingback: A Cuba per il Vidatox: testimonianze dirette | This is Cuba : Vacanze a Cuba

  3. ciao Alesio,sono cubana ma abito in italia,tornata da cuba,un mese fa,ho preso il farmaco per una mia amica,ho portato con me anche la cartella clinica e indispensabile,non serve portere con te la persona malata,ella puo farti una delegha.inbocca lupo.

  4. Buongiorno,
    un giovanissimo amico sta affrontando un neuroblastoma.
    Ho deciso di proporgli un viaggio a Cuba per provare questa cura naturale.A convincermi della necessità di provare sono state le preziose testimonianze e la fiducia nell’intelligenza della natura.
    Inoltre è riconosciuta l’alta professionalità dei ricercatori cubani.
    Quindi prossimamente,se le sue condizioni lo permetteranno intraprenderemo insieme questo viaggio.
    Da un mese tento inutilmente di contattare la Dottoressa che sicuramente è subbissata da mail da tutto il mondo.
    A Lara vorrei dire che se crede può unirsi a noi.
    Alessandro

  5. ciao,
    cerco qualcuno che parta per cuba entro gennaio 2011 per vidatox che sia disposto a portare abche la cartella di mia mamma…nessuno di noi in famiglia riesce ad affrontare il viaggio…ovviamente si dividono tutte le spese…per favore aiutateci!
    Grazie

  6. vorrei informazioni sulla corretta conservazione del vitadox. da circa un mese il mio compagno, affetto da glioblastoma, lo sta assumendo. ma non sono sicura che sia stato refrigerato durante il trasporto da cuba. e sicuramente non è stato refrigerato in seguito. sapete dirmi se è ugualmente efficace o no?

    grazie

  7. AVVISO A TUTTI COLORO CHE SONO INTENZIONATI A RECARSI A CUBA.
    oggi ho telefonato al numero 0053.7.684.9661(Ambulatorio) e mi è stato confermato che la Labiofam sarà chiusa dal 20 Dicembre 2010 al 10 Gennaio 2011.
    Per essere sicuro di aver capito bene ho telefonato nuovamente con lo stesso risultato.
    UN SALUTO E CREPI IL LUPO
    alessandro

    NDR THISISCUBA.NET: A noi, a complemento del suo messaggio, risulta invece, che Labiofam non effettuerà alcuna vacanza straordinaria in tale periodo. L’informazione da lei fornita è pertanto errata.

  8. Per Teresa.
    Ciao Terry. Ho mio padre affetto dal glioblastoma e vorrei recarmi a Cuba per procurarglielo. Il tuo compagno ha notato dei miglioramenti? Si sente meglio? Ha già fatto qualche risonanza per vedere se ci sono miglioramenti?
    Scusami se ti bombardo di domande, ma economicamente non stiamo benissimo e prima di affrontare un simile viaggio (sebbene io determinatissimo a farlo) vorrei qualche conferma da parte di chi ne sta facendo uso.
    Grazie. Un abbraccio e un in bocca al lupo a te e al tuo compagno.
    Francesco

  9. Un caro saluto a tutti. Mi madre è affetta da un tumore al rene con metastasi ossee. Gli oncologi purtroppo non prevedono nessuna altra forma di cura se non la terapia del dolore. Sono indeciso se sia il caso di recarmi a Cuba e vorrei il conforto di qualcuno sull’efficacia del Vitadox per casi analoghi a quello che vi ho descritto. Da quello che ho letto in questo forum si parla di questo prodotto come antidolorifico: nessuno ha testato effetti positivi come antitumorale?
    Vi ringrazio

  10. Ciao,
    volevo qualche chiarimento circa la documentazione da portare per riuscire ad ottenere il farmaco.
    Sono in possesso dei referti della TAC , della risonanza e delle ecografie dalle quali risulta un tumore al pancreas con metastasi al fegato. Sono però ancora in attesa che mio babbo venga sottoposto a Biopsia. Sapete se devo per forza attendere i risultati di questo esame oppure i referti in mio possesso sono sufficienti per ottenere il farmaco?
    grazie mille.

  11. ciao, leggendo le vostre testimonianze non ho capito bene una cosa; vorrei sapere se il vidatox durante il trasporto da cuba in italia neccessita di reffrigerazione se si, mi dite come l’avete reffrigerato grazie ciao a tutti

  12. ciao a tutti. siccome io partirei a fine mese x prendere il vidatox per la compagna di mio padre, che non è una mia parente , vorrei sapere se posso farmi fare una delega o se necessariamente si deve presentare un parente stretto, perchè dalle varie testimonianze non mi è chiaro, grazie in anticipo, cristina.

  13. salve, partirò i primi di febbraio per prendere escozul a mia mamma. per chi avesse bisogno ho ancora la disponibilità per portare qualche cartella. chiedo di dividere le spese.saluri

  14. Pingback: A Cuba per il Vidatox: testimonianze dirette – parte III | This is … : Vacanze a Cuba

  15. Per mia madre malata di carcinoma epatico non trattabile cerco disponibilità presentazione cartella clinica tradotta + delega + copia documento identita. Alberto. Grazie a tutti.

  16. Dove posso scaricare la delega ?
    Dove trovo l’indirizzo della labiofarm ?

    grazie
    Pierpaolo

  17. ciao a tutti i lettori, mi chiamo Michael. Sono tornato sabato da cuba,
    visto e letto le tante domande che scrivete. se qualcuno mi vuole chiedermi qualcosa o su come fare etc…chiedetemi pure vi diro come ho affrontato il viaggio e tutto…ciao

    nota Thisiscuba.net
    in linea con la filosofia del nostro sito preferiremo fare da filtro. Come le altre testimonianze, sarebbe cosa ottima se ci potesse inviare alla nostra mail staff@thisiscuba.net un resoconto con tanto di dettagli utili del suo viaggio, prendendo spunto dalle domande poste nel corso delle altre testimonianze. Inoltre ci invii copia del documento che testimonia la sua presenza a Labiofam. Saremo lieti di mettere a disposizione ogni sua conoscenza. Ci asteniamo invece dal fornire contatti diretti, che abbiamo verificato essere collegate ad offerte di vendita che preferiamo non inserire nel NOSTRO spazio. Saluti

  18. Ho deciso anch’io di partire per prendere il vitadox per mia mamma, anche a lei i medici non hanno dato speranze. Io ho iniziato a vedere per il viaggio.Qualcuno di voi sa se si può trovare qualche alloggio vicino? Grazie

  19. ciao a tutti mi chiamo Domenico sono stato a cuba il 27 marzo ,per il vidatox, non ho avuto difficolta’ di nulla tranne del cambio indirizzo dell’aboraorio che in un primo momento era vicino al riviera (malec)invece si trova a un paio di kilometri dall’ areoporto .se volete informazioni su tutto non ci sono problemi a contattarmi anche su fecebooc, comunque i medici cubani sostengono che i primi risultati si vedono dopo i primi 4 mesi.In bocca al lupo

  20. Ciao a tutti….vorrei delle delucidazioni…
    Cosa bisogna portare a Cuba per avere il farmaco senza che il malato sia presenTE???
    Per favore rispondetemi subito grazie

  21. @:Domenico

    Forse fai confusione…….. mai stato vicino al Riviera sul Malecón il Laboratorio di consegna del TRJ-C30.
    Era sulla Rancho Boyeros, a Santiago de Las Velas, dopo l’aeroporto, la sede centrale della Labiofam, che è esattamente ad un paio di km dall’aeroporto.
    Ora è distribuito all’ambulatorio VIMANG in Ojo de Agua esq. 100, ARROYO NARANJO, uno dei municipi in cui è divisa La Habana, molto lontano dall’aeroporto, zona Parque Lenin, sulla strada per San Jose de las Lalas, dopo il Reparto Electrico.
    Queste sono le coordinate da inserire in Google Maps per vedere il posto: 23.043942 -82.32054

  22. @:danyi
    Il posto è fuori dall’Avana molto isolato, a circa 5 km dal centro abitato + prossimo.
    Conviene abitare a La Habana ed usare il taxi.
    Ti posso consigliare una ottima Casa Particular in zona Playa Miramar, il quartiere delle Ambasciate, molto sicura e tranquilla.
    La casa è grandissima, con patio e cucina iperfornita e frigo grande nella tua stanza.
    Vicino ai diversi supermercati e due linee autobus che vanno in centro, ma meglio il taxi…. lo chiami e se non occupato arriva in meno di mezz’ora.
    Conosco un autista con licenza taxi validissimo e molto economico che puoi contattare via sms ed e-mail per farti venire a prendere in aeroporto.
    Conosce molto bene l’ambulatorio Vimang della Labiofam.

  23. bis 6

    se ci sei stato mi dai tt le informazioni su cosa bisogna portare (documenti, cartelle tradotte…..) la via dove si trova e tt le altre varie cose che mi potrebbero servire???
    Grazie mille

  24. Grazie bis6 ma sn stata già a CUba il mese scorso per prendere l’omeopatico, che ora a quanto pare dicono che nn sia un antitumorale 🙁 che delusione!

  25. informazione urgente da qualche giorno il vidatox a cuba si paga e si trova in qualsiasi farmacia anche all’aeroporto, un bocciettino da 30 mml se lo fanno pagare 205 cuc dicono che è finita la sperimentazione ho fatto chiamare alla labiofam da una amica che sta a cuba loro non lo danno più gratis.

  26. In primis buongiorno, gentilmente è ancora disponibile questo sito ? Grazie.

  27. Sarebbe interessante capire cosa intende per “ancora disponibile questo sito!”
    Il sito è presente eccome

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *